Nel panorama sportivo italiano ed internazionale, accanto alle discipline sportive riconosciute dal CONI come Federazioni Sportive Nazionali e dal CIO, debbono essere inserite discipline emergenti di tipo ricreativo e diversivo che, se pur largamente diffuse, non hanno il riconoscimento di attività sportiva, ma sono riconosciute dal CONI come Discipline Sportive Associate.

A fini del riconoscimento da parte del Consiglio Nazionale del CONI, le Discipline Sportive Associate devono rispondere a specifici requisiti: lo svolgimento sul territorio nazionale di attività sportiva, anche di rilevanza internazionale, compresa la partecipazione a competizioni, devono rappresentare una tradizione sportiva quantitativamente consistente del movimento sportivo di riferimento, il loro ordinamento statutario e regolamentare deve essere ispirato al principio di democrazia interna e deve essere conforme alle deliberazioni e agli indirizzi del CONI.