Riforma dello Sport. Il Consiglio dei Ministri approva il disegno di legge

di 05/02/2019 Febbraio 17th, 2019 Ordinamento sportivo

Disposizioni in materia di ordinamento sportivo, di professioni sportive nonché di misure di contrasto alla violenza in occasione delle manifestazioni sportive e di semplificazione (disegno di legge collegato alla legge di bilancio 2019)

Il Consiglio dei Ministri, nella riunione del 31 gennaio 2019, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e alla luce della relazione del Sottosegretario alla Presidenza con delega allo Sport Giancarlo Giorgetti, ha approvato un disegno di legge, collegato alla legge di bilancio 2019.

Il testo introduce disposizioni in materia di ordinamento sportivo, di professioni sportive nonché di misure di contrasto alla violenza in occasione delle manifestazioni sportive e di semplificazione.

Il provvedimento si colloca all’interno di in una riforma strutturale che incide su molte questioni del sistema sportivo. Un riforma dello Sport, che il Governo ha definito a più riprese, come un intervento di ampio respiro volto al rilancio del sistema sportivo, con l’intento di supportare gli operatori e i volontari del settore.

Le norme definiscono anche il perimetro di attività istituzionale del Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), l’articolazione territoriale del CONI, la sua funzione di governo e controllo dell’attività sportiva nazionale – limitatamente a quella olimpica, oltre a rendere effettiva la piena autonomia gestionale e contabile degli organismi sportivi rispetto al CONI.

Secondo il comunicato stampa ufficiale: “L’obiettivo, anche attraverso la previsione di specifiche deleghe al Governo, è inoltre quello di:

  • riordinare la disciplina in materia di limiti al rinnovo dei mandati di vertice degli organismi sportivi;
  • adottare misure di riduzione e semplificazione degli adempimenti di natura contabile, amministrativa e burocratica degli organismi sportivi;
  • disciplinare la cessione, il trasferimento o l’attribuzione del titolo sportivo;
  • riformare e riordinare le disposizioni in materia di enti sportivi professionistici e dilettantistici, nonché del rapporto di lavoro sportivo;
  • riordinare le disposizioni in materia di rapporti di rappresentanza di atleti e di società sportive e di accesso ed esercizio della professione di agente sportivo;
  • emanare un testo unico delle disposizioni in materia di contrasto dei fenomeni di violenza connessi alle manifestazioni sportive e delle norme di sicurezza per la costruzione e l’esercizio degli impianti sportivi, semplificando e accelerando le procedure amministrative;
  • adottare misure in materia di discipline sportive invernali, al fine di garantire standard di sicurezza più elevati;
  • prevedere la possibilità per le scuole di ogni ordine e grado di costituire un Centro sportivo scolastico, secondo le modalità previste dal Codice del terzo settore.”

Sul tema della violenza che ruotano intorno alle manifestazioni sportive, la strada intrapresa dal disegno di legge è quella dell’inasprimento della normativa, “con puntuali modifiche e integrazioni in materia di fermo di indiziato di delitto e di arresto in flagranza differita.”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.