Skip to main content

Il 3 aprile scade il termine per il modello EAS

di 29/03/2018Maggio 13th, 2018Scadenze

Gli enti associativi che usufruiscono delle agevolazioni previste dall’art. 148 del DPR 917/86 e dall’art 4, commi 4 e 6 del DPR 633/1972, hanno  l’obbligo di comunicare telematicamente il Modello EAS all’Agenzia delle Entrate con i dati e le notizie rilevanti ai fini fiscali.

Il prossimo 3 aprile 2018, gli Enti non commerciali devono provvedere ad inviare il modello EAS per le variazioni intervenute nel 2017 ricordando che la presentazione del Modello EAS è rilevante per la concessione agli Enti interessati dei benefici fiscali.

Infatti, gli enti non commerciali, al fine di usufruire delle agevolazioni fiscali previste dagli artt. 148, TUIR e 4, D.P.R. n. 633/72 (non imponibilità ai fini delle imposte sui redditi ed ai fini Iva di corrispettivi, quote e contributi), oltre a possedere gli specifici requisiti richiesti dalla normativa tributaria sono tenuti a presentare il modello EAS, approvato dall’Agenzia delle Entrate con il Provvedimento 02.09.2009.

Il modello EAS è uno strumento antielusivo pensato con la finalità di acquisire una più ampia informazione e conoscenza del mondo associativo e dei soggetti assimilati, sotto il profilo fiscale,per tutelare le vere forme associazionistiche incentivate dal Legislatore e isolare e contrastare l’uso distorto dello strumento associazionistico.

Il Modello EAS può essere scaricato dal sito Internet dell’Agenzia delle Entrate www.agenziaentrate.gov.it.

Il Modello EAS può essere scaricato anche da altri siti Internet a condizione che sia conforme, per struttura e sequenza, a quello approvato e rechi l’indirizzo del sito dal quale è stato prelevato, nonché gli estremi del Provv. 02.09.2009.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.